Pilsner

Chiunque beve birra conosce il termine Pilsner o Pils, dato che è così famosa in tutto il mondo penserete che questo stile abbia radici nel tempo secolari, invece tra le lager é una delle più giovani. Il primo fusto venne aperto nel 1842 e al contrario di quello che si può pensare non è nato in germania, ma in Boemia, infatti trae il nome da Pilzen, la città ceca in cui è nata e nella quale viene tuttora prodotta la famosa Pilsner Urquell, (urquell in tedesco vuol dire Fonte originale), quindi una pilsner dalla fonte originale. La Germania però ci ha messo lo zampino, infatti è merito di un monaco tedesco, che portò il lievito a bassa fermentazione (il bavarian Lager) in boemia terra dove si brassava da più di 6 secoli ma con lo stile dell’alta fermentazione.

German Pilsner

Versione tedesca adattata della Bohemian Pilsner, di fatto condivide solo i malti, i luppoli sono rigorosamente tedeschi solitamente della famiglia hallertau o tettnagen. Due cose che la differenziano molto dalla bohemian invece sono il lievito molto attenuante che la rende più secca e amara, e l’acqua utilizzata che in questo caso ha una durezza maggiore e contiene molti più solfati. Di colore paglierino tendente all’oro, corpo esile e schiuma cremosa.

Caratteristiche principali:
O.G. : 1044-1050 F.G. : 1008-1013
IBU : 25-45
SRM : 2-4
ABV : 4,4-5,2%

Birre artigianali italiane: Tipopils e Extra hop del Birrificio italiano, Baktun di Lambrate, Samer Pils di Gattarancio.
 

Bohemian Pilsner

Come detto la versione originale delle “bionde” dal color oro carico, dall’aroma ricco con un complesso profumo di malto, spezie e un floreale dato dal luppolo utilizzato che è il Saaz, rotonda e corposa, questo dovuto in parte al lievito utilizzato, ma in gran parte all’acqua, con una durezza bassa data da minimi contenuti di solfati e dei carbonati, che rendono questa birra poco amara e rotonda.

Caratteristiche generali:
O.G. : 1044-1056 F.G. : 1013-1017
IBU : 35-45
SRM : 3-5
ABV : 4-5,3%

Birre artigianali italiane: Brusca di BirrOne, Magut di Lambrate, Elm di San Paolo.
 

American Pilsner

Segue la linea delle German pilsner, con la sola e sostanziale differenza, in questa birra si fa uso di una discreta quantità di granturco/mais un cereale poco nobile, sia nella versione classica che in fiocchi.

Birra dalla base maltata ben presente, ben luppolata sia in amaro che in aroma e di gradazione alcolica maggiore delle sorelle europee. Non molto apprezzata in Europa, anche se ultimamente i birrai si stanno cimentando nel riprodurre questo stile, le chiamano Imperial Pils.

Caratteristiche generali:
O.G. : 1044-1070 F.G. : 1010-1015
IBU : 25-40
SRM : 3-6
ABV : 4,5-7+% 

Birre atigianali italiane: My Antonia del Birrificio del borgo in collaborazione con il birrificio americano Dogfishead, la Uber pils di Toccalmatto.

Articolo precedenteStout e Porter
Articolo successivoAmerican lager

Altre storie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

Advertisment
Advertisment

E ancora...

Nuovo podio per Collesi in Germania, al Meininger’s International Craft Beer Award: oro per Ipa e altri due argenti

Tre nuove medaglie, un oro e due argenti, arrivano alle birre Collesi direttamente dalla patria della birra, la Germania. A conquistare il...

Birrificio Italiano: HOP TONY, HOP, la 1ª birra prodotta esclusivamente con luppolo autoctono italiano

IL PROGETTO - Grazie all’infaticabile lavoro di ricerca portato avanti nel mondo del luppolo italiano, Italian Hops Company è riuscita quest’anno in...

Storie post lockdown: Birrificio Birranova e Asatt insieme per fare rete

Ripartire facendo rete, ricominciare dalle belle amicizie. Questo il presupposto che ha dato il via ad un’originale collaborazione fra due brand dall’identità molto diversa ma...

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato! Iscriviti alla newsletter per scoprire tutte le novità sul mondo della birra artigianale in Italia!