Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

“Smoky Bock”, la birra che merita l’oro

L’“European Beer Star” di Norimberga è uno dei due concorsi più importanti al mondo nel settore birrario, che pochi giorni fa ha celebrato la XVI edizione con la partecipazione di quasi 2.500 birre. Anche quest’anno in gara c’era il birrificio bolzanino “Batzen Bräu”, rientrato dalla Baviera in Alto Adige con una medaglia d’oro conquistata dalla “Smoky Bock” . L’ultima birra premiata, e tutte le altre che in passato hanno ottenuto riconoscimenti in concorsi internazionali, sono state presentate dal patron Robert “Bobo” Widmann e dai suoi mastri birrai Christian Pichler e Thomas Münster in occasione di una conferenza stampa.

Non è la prima volta, che il birrificio di via Hofer mette in competizione le proprie birre in concorsi internazionali, portando a casa riconoscimenti che dimostrano come il “Batzen Bräu” sia a tutti gli effetti una fucina di grandi birre. L’ultimo concorso in ordine di tempo, l’“European Beer Star” di Norimberga, è in assoluto uno dei più prestigiosi a livello mondiale: basti solo pensare che all’edizione 2019, la numero 16, sono state iscritte la bellezza di 2.483 birre prodotte in 47 Paesi diversi.

Aperto nel 2012, il “Batzen Bräu” ha iniziato subito a collezionare medaglie con birre di stili diversi: nel suo palmarès ci sono già due ori, un argento e un bronzo, ai quali si aggiunge adesso l’oro conquistato dalla “Smoky Bock”. Mercoledì 13 novembre lo staff del Batzen ha ricevuto l’ambito trofeo assegnato nell’ambito della fiera specializzata “BrauBeviale” di Norimberga.

“Siamo felici per questo prestigioso riconoscimento, che ci gratifica e conferma il nostro impegno nella produzione di birre di alta qualità”, afferma il patron del Batzen, Robert “Bobo” Widmann. La “Smocky Bock” è una birra dalle note affumicate, che in bocca si esprime con una dolcezza crescente e un sapore piacevolmente speziato e leggermente amaro. Questa birra in stile Rauch ha trionfato nella categoria “Strong Smoke Beer”.

Le 2.483 birre in gara, prodotte da aziende sparse in 47 nazioni di tutti i continenti, sono state valutate da 145 giurati nelle 67 categorie previste dal concorso “European Beer Star”, un format organizzato da “Private Brauereien Deutschland e.V.” e “Private Brauereien Bayern e.V.” e rivolto principalmente a birrifici che lavorano secondo la tradizione birraria europea. Ad essere premiate sono soprattutto le birre particolari e genuine, che convincono per gusto e qualità e che rispecchiano al meglio i criteri di varietà. La valutazione della giuria comprende l’aspetto, la schiuma, l’odore, il gusto e le caratteristiche tipiche della varietà.

Per celebrare degnamente la prestigiosa medaglia d’oro ottenuta dalla “Smocky Bock”, il “Batzen Bräu” ha organizzato martedì 19 novembre una conferenza stampa con degustazione di tutte le birre premiate in concorsi internazionali: “Batzen Dunkel”, “Whiskey Porter” e naturalmente “Smoky Bock” . Le peculiarità delle singole birre sono state illustrate in maniera professionale e valutate secondo gusto e aspetto. Oltre alla stampa, Widmann ha avuto il piacere di incontrare anche alcuni “compagni di viaggio che fin dagli inizi ci sono stati vicini con affetto e fiducia”, come i rappresentanti di IDM, l’Accademia del vino e della birra, l’associazione dei Birrifici Sudtirolesi e altri ancora. I numerosi presenti hanno potuto gustare anche alcuni piatti che si sposano alla perfezione con le birre a marchio Batzen. La neonata “Smoky Bock”, ad esempio, si è rivelata l’accompagnamento ideale del filetto salmerino con vinaigrette al limone su insalata di sedano oppure del carpaccio alla tirolese su insalata di cavolo rosso.

Fin dall’apertura del “Batzen Bräu” nel 2012, Robert Widmann e i suoi mastri birrai Christian Pichler, Thomas Münster e Tobias Tratter portano avanti l’amore per la cultura birraria e partecipano a concorsi internazionali. Poi ci sono altre iniziative, promosse e supportate da Widmann, che contribuiscono a mantenere vita la cultura della birra in Alto Adige: tra queste segnaliamo la nascita dell’associazione Birrifici Sudtirolesi, il corso di “Beer Expert” all’interno dell’Accademia del Vino dell’Alto Adige, l’inserimento delle birre nell’elenco dei prodotti con il marchio di qualità Alto Adige e l’annuale festival della birra “Beer Craft” di Bolzano.

COMMENTI

Ricerca birra o birrificio

Cerca

Dalla Puglia: Birrasalento

17 Novembre 2017

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2019 Stefano Serci - P.IVA 03436280923 - Tutti i diritti riservati.