Matesa’s Hop Farm. Un luppoleto nel Parco Nazionale del Pollino

Venerdì 18 Febbraio Francavilla in Sinni (PZ). Il progetto “Matesa’s Hop Farm”, avviato da una giovane lucana di nome Mariateresa, si inserisce in un momento di particolare interesse per la coltivazione del luppolo in Italia e si pone come obiettivo quello di metter su un luppoleto all’interno del Parco Nazionale del Pollino, con le varietà che, durante il primo anno di sperimentazione, meglio hanno risposto alle condizioni climatiche e del terreno.

Mariateresa ha anche avviato una campagna di crowdfunding (sulla piattaforma Kickstarter.com), prevedendo delle partecipazioni per gli homebrewers e i microbirrifici, le quali andrebbero a rappresentare solo una parte dell’investimento che, complessivamente, ha come obiettivi principali l’ampliamento del campo già esistente e la costruzione di nuove strutture per permettere alle piante di crescere adeguatamente.

Altre storie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

Advertisment
Advertisment

E ancora...

Nuovo podio per Collesi in Germania, al Meininger’s International Craft Beer Award: oro per Ipa e altri due argenti

Tre nuove medaglie, un oro e due argenti, arrivano alle birre Collesi direttamente dalla patria della birra, la Germania. A conquistare il...

Birrificio Italiano: HOP TONY, HOP, la 1ª birra prodotta esclusivamente con luppolo autoctono italiano

IL PROGETTO - Grazie all’infaticabile lavoro di ricerca portato avanti nel mondo del luppolo italiano, Italian Hops Company è riuscita quest’anno in...

Storie post lockdown: Birrificio Birranova e Asatt insieme per fare rete

Ripartire facendo rete, ricominciare dalle belle amicizie. Questo il presupposto che ha dato il via ad un’originale collaborazione fra due brand dall’identità molto diversa ma...

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato! Iscriviti alla newsletter per scoprire tutte le novità sul mondo della birra artigianale in Italia!