Luppolo italiano, quale futuro?

Cosa accadrebbe se il luppolo per produrre la birra fosse coltivato in Italia? Quali sarebbero gli effetti sull´economia? Se ne è parlato stamattina a Beer&Food Attraction di IEG con gli attori fondamentali dell´intera filiera: Alberto Manzo, funzionario del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali; Michele Cason, presidente di AssoBirra; Simone Monetti, segretario generale Unionbirrai; Katya Carbone, ricercatrice CREA Centro di Ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura di Roma; Tommaso Ganino, Università di Parma e Dario Cherubini, del dipartimento economico CIA Agricoltori Italiani.

Se oggi il luppolo coltivato in Italia corrisponde a circa 100 ettari, la maggiore sensibilizzazione mediatica su questi temi indica un possibile cambio di rotta. Occorrono maggiori incentivi e se, come afferma Manzo, ´il ministero è già da tempo sensibile sull´argomento, occorre sensibilizzare anche le Regioni´.

Tema importante per la crescita della coltivazione è anche quello della diversificazione degli usi della pianta, come sottolinea Cason. Infatti, ´se la birra prodotta oggi in Italia derivasse tutta da luppolo italiano, si arriverebbe al massimo a circa 600 ettari di coltivazione´.

L´Italia, si sa, è uno dei Paesi con la maggior biodivesità al mondo, riuscire a sfruttare questa caratteristica anche nella coltivazione del luppolo è una sfida affascinante per i prossimi anni. Servono molti più investimenti, come evidenzia Katya Carbone.

Chi sulle caratteristiche tipiche del luppolo investe già da tempo sono i birrifici artigianali. Lo rimarca Simone Monetti: ´il luppolo è forse l´ingrediente che più caratterizza la birra artigianale, soprattutto per la sua parte aromatica. I prodotti locali sono da sempre all´attenzione del nostro movimento´.

Altre storie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

Advertisment
Advertisment

E ancora...

Acido Acida 2020 si farà! Dal 4 al 6 settembre torna il British Beer Festival

La settima edizione dell’unico festival dedicato alle birre britanniche al di fuori della madrepatria si sposta a fine estate. Nella pittoresca cornice...

Malto in Maggio 2020: ecco il programma

Torna nell’est veronese il festival dedicato al meglio della birra artigianale italiana. “Malto di Maggio”, dopo il grande successo della...

BeeRiver 2020: il programma

Ufficializzate le date della nuova edizione 2020 di BeeRiver, manifestazione dedicata alle birre artigianali di qualità che si svolgerà a Pisa da...

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato! Iscriviti alla newsletter per scoprire tutte le novità sul mondo della birra artigianale in Italia!