La birra che fa bene a tutti, anche a chi non la beve

32 VIA DEI BIRRAI: ABBIAMO SCELTO DI RISPETTARE L’AMBIENTE EVITANDO L’EMISSIONE NELL’ATMOSFERA DI OLTRE 45 TONNELLATE DI CO2.

Negli ultimi anni la birra è stata protagonista di molti studi che ne esaltano le qualità nutrizionali e gli effetti benefici sull’organismo umano, se assunta in quantità corrette. Quando si parla delle nostre birre, a questi benefici si aggiungono quelli per l’ambiente.

Nel 2017 abbiamo evitato che oltre 45 tonnellate di COvenissero emesse nell’atmosfera grazie alla scelta di utilizzare solo energia proveniente da fonti rinnovabili, contribuendo a migliorare l’ambiente nel quale viviamo e a garantire un futuro migliore alle nuove generazioni.

Per la produzione di un chilowattora elettrico vengono bruciati combustibili fossili e di conseguenza emesse in atmosfera importanti quantità di CO2. La produzione di energia pulita evita queste emissioni.

L’energia delle Dolomiti

100% energia pulita significa utilizzare la forza che la natura ci offre: la potenza dell’acqua che alimenta le centrali idroelettriche situate sulle nostre Dolomiti. Un’energia tutta italiana, dal produttore al consumatore. Nella tabella seguente, il dettaglio della CO2 evitata nel 2017: 

MESECO2 EVITATA (Ton)
Gennaio2,7329
Febbraio2,5653
Marzo2,3914
Aprile1,9045
Maggio2,3268
Giugno4,3553
Luglio5,7787
Agosto5,0886
Settembre3,7454
Ottobre4,0977
Novembre4,5932
Dicembre5,682
Totale45,2619

Fonte: Dolomiti Energia S.p.A. 

Un percorso ecosostenibile

In 32 siamo fortemente convinti che sia necessario operare secondo logiche ecocompatibili. E per fare ciò interveniamo a vari livelli per ridurre gli sprechi e ottimizzare i processi. Oltre agli eccellenti risultati in termini di riduzione di emissioni, siamo riusciti ad abbattere ulteriormente il consumo di acqua, risorsa importantissima che non va sprecata.

Nella recente visita periodica per la certificazione ISO 9001 è emerso che nel 2017 abbiamo diminuito il consumo di acqua del 13% (rispetto al 2016), impiegando solo 4,5 litri di acqua per litro di birra prodotta. Un risultato esaltante per un birrificio artigianale con i nostri volumi di produzione, quando solitamente ne vengono impiegati circa 8 litri per produrne uno di birra.

L’approccio virtuoso volto alla riduzione degli sprechi si riflette anche sul consumo di gas, che rispetto al 2016, è diminuito del 9% grazie all’energia della fermentazione immagazzinata come acqua calda.

32 Via dei birrai, la birra che fa bene anche a chi non la beve!

Altre storie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

Advertisment
Advertisment

E ancora...

Malto in Maggio 2020: ecco il programma

Torna nell’est veronese il festival dedicato al meglio della birra artigianale italiana. “Malto di Maggio”, dopo il grande successo della...

BeeRiver 2020: il programma

Ufficializzate le date della nuova edizione 2020 di BeeRiver, manifestazione dedicata alle birre artigianali di qualità che si svolgerà a Pisa da...

Birrificio La Tresca: ottimi riscontri per le birre artigianali di Suno a Beer Attraction 2020

Ottimi riscontri per le birre artigianali di Suno presenti all’autorevole manifestazione che si è svolta alla Fiera di Rimini dal ...

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato! Iscriviti alla newsletter per scoprire tutte le novità sul mondo della birra artigianale in Italia!