Birrificio artigianale La Tresca. Eredi di una tradizione millenaria

Nel Novarese si produce birra da due millenni: lo dimostra una recente campagna archeologica condotta nei pressi di Pombia che ha portato alla luce un contenitore risalente al VI secolo a.C. con evidenti tracce di birra prodotta con luppolo ed una miscela di cereali.

A pochi chilometri da Pombia, a Suno, la millenaria tradizione di produrre birra è stata fonte d’ispirazione per Maurizio Frattini e Gianni Grossini, sostenuti da grande passione ed entusiasmo, per fondare, nel 2011, il Birrificio La Tresca, che, grazie all’adozione di metodiche artigianali e di un impianto di produzione tecnologicamente all’avanguardia, è in grado di proporre al mercato birre di qualità elevata e di forte personalità.

Il processo produttivo include ogni dettaglio dell’intera filiera: dalla macinazione dei malti all’imbottigliamento, con estrema attenzione alla qualità delle materie prime, quali i malti provenienti dalle più qualificate malterie tedesche e belghe, i luppoli controllati nel laboratorio de La Tresca, le spezie provenienti da ogni parte del mondo per creare dei sapori unici, e, infine, l’ottima acqua attinta dalle falde di Suno a 100 m di profondità mediante un pozzo di proprietà del birrificio.

L’impianto si avvale di una sala cottura da 20 ettolitri con tre tini per ottenere fino a due cotte giornaliere per ogni tipologia di birra e produce 2.500 ettolitri all’anno.

Le birre

Ciascuna delle birre prodotte da La Tresca possiede caratteristiche organolettiche particolari, che le conferiscono grande personalità. Ad esempio, “Monachella” si distingue per il gusto bilanciato del malto pils, valorizzato dalle note fresche ed erbacee dei luppoli tedeschi; “Bionda” risulta fresca e dissetante grazie alla luppolatura discreta ed al finale secco; “La Rossa” a doppio malto si segnala per i profumi fruttati e la schiuma pannosa; “Palmita” si ispira alle classiche weiss tedesche, con un’elevata percentuale di malto di frumento; “Cloe” regala piacevoli note di cereali, gusto fruttato ed agrumato dato dall’impiego di spezie, come il coriandolo e la buccia d’arancia; “Sybaris” ha i profumi agrumati e i sentori esotici del miele di arancio proveniente da Sibari, sul Mar Ionio; infine, “Oltre” ha il ricco sapore dei malti europei che culmina in un finale moderatamente dolce.

Al birrificio La Tresca, tuttavia, non ci si accontenta mai e si lavora sempre a nuove proposte in grado di suscitare intriganti esperienze sensoriali: tra queste la “Birra Stout”, con bacche di cacao e sentori di liquirizia, di prossima presentazione.

www.birralatresca.it

Altre storie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

Advertisment
Advertisment

E ancora...

Unionbirrai e Despar: 12 realtà brassicole arrivano nella grande distribuzione

In 39 punti vendita tra Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige sono già disponibili le birre...

Acido Acida 2020 si farà! Dal 4 al 6 settembre torna il British Beer Festival

La settima edizione dell’unico festival dedicato alle birre britanniche al di fuori della madrepatria si sposta a fine estate. Nella pittoresca cornice...

Malto in Maggio 2020: ecco il programma

Torna nell’est veronese il festival dedicato al meglio della birra artigianale italiana. “Malto di Maggio”, dopo il grande successo della...

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato! Iscriviti alla newsletter per scoprire tutte le novità sul mondo della birra artigianale in Italia!