Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

Una birra davvero per tutti: arriva la San Gabriel Senza Glutine

Verrà presentata il 28 aprile all’Osteria della Birra San Gabriel la nuova birra senza glutine del noto birrificio di Ponte di Piave. Il risultato di una ricerca che mira ad andare incontro anche alle esigenze anche di chi soffre di celiachia, e completa la ricca gamma di birre San Gabriel apprezzate anche all’estero. 

Una delle direzioni in cui si sta muovendo la ricerca nel campo della produzione birraria è quello del senza glutine: un’esigenza sempre più sentita a fronte del consistente numero di persone, oltre 600.000, che nel nostro Paese soffrono di celiachia. E in questa direzione si è mosso anche il San Gabriel, birrificio artigianale tra i pionieri del settore fondato nel 1997 da Gabriele Tonon; che festeggia i suoi vent’anni non solo con prestigiosi riconoscimenti sia in Italia che all’estero, ma anche con il lancio della sua birra senza glutine certificata. «In commercio sino ad oggi esistevano sì birre dal contenuto di glutine al di sotto della soglia critica; ma si trattava in molti casi di prodotti industriali dalle qualità organolettiche radicalmente diverse da quelle della birra artigianale – spiega Tonon –. Così da oltre un anno ci siamo impegnati a studiare un percorso per ottenere una birra senza glutine all’altezza di quegli standard di eccellenza che abbiamo sempre perseguito».

Un lavoro scrupoloso che è andato dalla selezione rigorosa delle materie prime all’attenzione appassionata nella lavorazione; e che è sfociato in questa birra chiara a bassa fermentazione – la si potrebbe definire l’omologa della Bionda San Gabriel – dagli aromi freschi di cereale, fieno e fiori di campo, e dal corpo pieno ma snello che prelude alla luppolatura delicata sul finale. «L’obiettivo era quello di fare un birra semplice ed armonica – afferma Tonon – ma che, proprio in questa sua linearità, potesse unire al meglio l’alta qualità del gusto e dell’aroma con la peculiarità dell’assenza di glutine. Proponiamo di abbinarla con carni bianche, trota salmerina e formaggi freschi; però appunto questa sua semplicità la rende estremamente versatile e adatta ad accompagnare diversi piatti, e siamo certi che sarà gradita a celiaci e non».

La Senza Glutine San Gabriel, già apprezzata in qualche “uscita pubblica” pionieristica informale, verrà presentata ufficialmente venerdì 28 aprile alle 20 presso l’Osteria della Birra San Gabriel (via della Vittoria 2, Ponte di Piave) nell’ambito della serata degustazione “Asparago bianco di Cimadolmo e Birra” (gradita la prenotazione, tel 0422 202188). La Senza Glutine sarà comunque regolarmente disponibile nel negozio annesso al birrificio, insieme alle altre birre della casa.

Il birrificio di Ponte di Piave, noto soprattutto per la sua birra al radicchio Ambra Rossa che ha ricevuto numerosi premi a livello internazionale, sta consolidando la sua presenza anche all’estero. Sempre più numerosi sono infatti i ristoranti di tutta Europa, del Giappone, dell’Australia e degli Stati Uniti che inseriscono San Gabriel nella loro carta delle birre: tra questi i prestigiosi ristoranti aperti oltreoceano da Arrigo Cipriani. «Amo dire che abbiamo tradizione veneta e cuore bavarese, per identificare la nostra filosofia produttiva – osserva Tonon –; il cui punto cardine è l’attenzione alle materie prime, coltivate anche nel nostro territorio, e ai prodotti tradizionali del Veneto». Non solo dunque il radicchio rosso di Treviso per l’Ambra Rossa, o il fico di Tarzo per la Nera di Tarzo, o il mais rosso San Martino per la Zea Mays; ma anche tutto ciò che esce dalle cucine dell’Osteria della Birra San Gabriel – adiacente al birrificio – ha le sue radici nelle produzioni del territorio, di cui il birrificio vuole essere espressione.

Pagina Facebook del birrificio e dell’Osteria della Birra.

COMMENTI

Ricerca birra o birrificio

Cerca

Da Mazara del Vallo, nuovo birrificio sul catalogo: Birrificio Ingargiola

17 Ottobre 2017

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Stefano Serci - P.IVA 03436280923 - Tutti i diritti riservati.