Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

Le Degustazioni delle 13 debuttanti 2017

Si è aperta ieri con il Ballo delle Debuttanti la Settimana della Birra Artigianale 2017. Evento nel quale sono state presentate in anteprima 13 birre di altrettanti birrifici italiani. Ecco le note di degustazione a cura di Andrea Turco, creatore del blogzine Cronache di Birra e ideatore della Settimana della Birra Artigianale. 

Le Debuttanti 2017

Rosebud (5,5%)- Birrificio Toccalamatto
Sour Ale
Difficile risolvere il mistero che si cela dietro questa creazione di Toccalmatto, a causa della sua ricetta piuttosto complessa. La Rosebud è una fermentazione mista con Brettanomyces e altri microrganismi "non ortodossi", che subisce un affinamento di due anni in botte. Successivamente viene trasferita in tino dove acquista ulteriore profondità aromatica grazie all’aggiunta di rosa canina e mirtilli.

Magic Key (6,5%)- Birranova
Fruit IPA
Direttamente dalla Puglia il birrificio Birranova si presenta con la sua Magic Key, fresca vincitrice della medaglia di bronzo tra le birre alla frutta al concorso Birra dell'Anno di Unionbirrai. Tra gli ingredienti ricopre il ruolo di protagonista il succo di mandarino, che aggiunge freschezza e intensità aromatica a un'ottima base realizzata con luppoli americani. Una nuova e squisita interpretazione della tipologia (Grape)fruit Ipa, molto in voga al momento.

Hopnotic (5,3%) - Opperbacco
Hoppy Lager
La Hopnotic è definita una "hoppy Lager" per l’intenso contributo del luppolo su una base “standard” a bassa fermentazione. Creata con un solo malto (Pils) e un solo luppolo (Galaxy, usato anche in dry hopping), è una birra chiara, leggera e rinfrescante, ma anche molto decisa. 

Interstellar Overdrive (7%) - Manerba
Double IPA
Forte delle due medaglie conquistate a Birra dell'Anno con categorie ad alta fermentazione, il Birrificio Manerba si presenta al Ballo delle Debuttanti con la sua nuovissima Interstellar Overdrive. È una Double IPA chiara (malto Pils) che vanta una generosa luppolatura con varietà Cascade, Centennial, Citra e East Kent Goldings.

KO2 (5%) - Birra dell'Eremo
Nonconventional Ale
La KO2 è una delle tre creazioni del progetto #Nonconventionalyeasts di Birra dell’Eremo. La peculiarità è nell'uso di un lievito non ortodosso, il Kluyveromyces thermotolerans, in fermentazione primaria insieme al classico Saccharomyces cerevisiae. Ne deriva una birra con delicate note floreali e fruttate, che in bocca si accompagnano a un’elegante acidità con sensazione sapide. 

Birrantonio Dry Hopped Edition (5,5%) - Bibibir
Golden Ale
L'emergente birrificio abruzzese Bibibir, finalista a Birraio dell'Anno 2016, iscrive al Ballo delle Debuttanti una versione speciale della sua Birrantonio. Rispetto alla ricetta base, la Birrantonio Dry Hopped Edition si caratterizza per una luppolatura a freddo di varietà Hallertau Mittelfruh. Il risultato è una Golden Ale essenziale ma decisamente appagante, con una marcia in più rappresentata dalle vivaci note erbacee provenienti dal dry hopping. 

Coton (8,5%) - Foglie d'Erba
Double IPA
Prototipo della prima di tre birre che comporranno la nuova linea di Foglie d’Erba legata strettamente al territorio, la Coton nasce dalla ricetta della Freewheelin’, ma prevede un’aromatizzazione molto particolare. Alla ricetta dell’apprezzatissima Double Ipa della casa, infatti, è stata aggiunta una piccola percentuale di resina di pino che ne amplia lo spettro aromatico con suggestioni insolite e intriganti.

Cream Heli (5%) - Birrificio di Cagliari
Spicy Cream Ale
Il Birrificio di Cagliari conferma la propensione a esprimere le qualità della sua terra con questa Cream Ale decisamente sui generis. La ricetta prevede infatti un’aromatizzazione tramite l’aggiunta di elicriso, pianta diffusa ampiamente in Sardegna. Oltre al malto d'orzo, la base fermentabile è costituita da fiocchi di mais e di avena.

Damnatio Memoriae (8,5%) - Birrificio dei Castelli
Double IPA
Medaglia d’argento al concorso Birra dell’Anno tra le Double Ipa, è brassata con luppoli americani e neozelandesi (bollitura + dry hopping). Al naso emergono profumi di frutta esotica, in bocca spicca il contrasto dolce-amaro con un finale secco che nasconde l’importante tenore alcolico, facendo di questa birra una rischiosa e piacevole “condanna della memoria”.

Astrid (4,9%) - Birrone
Blonde Ale
Classica Blonde Ale in stile belga che, pur mantenendosi straordinariamente bevibile, non rinuncia a valorizzare al massimo le caratteristiche del lievito. La luppolatura è ottenuta con la sola varietà Spalter Select.

T.S.O. Cedro (7%) - Casa di Cura
Fruit IPA
La T.S.O. non è solo una birra, ma anche un’idea: creare ogni volta una ricetta diversa, basata su un solo malto, un solo luppolo e una sola spezia. Questa nuova incarnazione è realizzata con luppolo Centennial e cedro biologico.

Sex Appils (5%) - Argo
Pilsner
Una classica Pilsner in stile tedesco con luppolo della zona di Tettnang, che si concede una licenza poetica rispetto allo stile di riferimento per la presenza di un leggero dry hopping che esalta le caratteristiche aromatiche del luppolo.

Narciso (6%) - Birrificio dell'Aspide
Italian Grape Ale
L’anello di congiunzione tra la birra e il vino secondo il Birrificio dell’Aspide. La base è quella della Saison della casa (15% di segale), ma fermentata con lievito da Blanche. Dopo 2 giorni è aggiunto un 12% di mosto di moscato che conferisce note inusuali, pur senza stravolgere l’anima birraria del prodotto.

COMMENTI

Ricerca birra o birrificio

Cerca

Da Mazara del Vallo, nuovo birrificio sul catalogo: Birrificio Ingargiola

17 Ottobre 2017

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Stefano Serci - P.IVA 03436280923 - Tutti i diritti riservati.