Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

Da tutto il mondo a Beer Attraction: dai migliori marchi internazionali agli specialisti dell'impiantistica e del food

Tradizione e antiche leggende ispirano alcune delle novità: dall’ ‘Editto della Purezza della Birra’ alle ricette tramandate da monaci cistercensi. Per la prima volta in fiera le birre belghe della Green’s, unica azienda birraria al mondo specializzata esclusivamente nella produzione di birre senza glutine. Più di 30 i buyer esteri: per loro a disposizione la Buyer Lounge. 

C’è chi si è ispirato all’ ‘Editto della Purezza’ (Reinheitsgebot), antica legge tedesca di 500 anni fa, che detta i canoni per produrre una buona birra. Chi invece basa i propri prodotti su ricette leggendarie: come quella tramandata dai monaci cistercensi, o quella segretissima del maestro birraio belga Cornelius, vissuto nel XVII secolo, finito tra le vittime di una terribile carneficina ad opera di briganti, durante la Guerra dei Trent’anni, nella foresta chiamata, da allora, il ‘Bosco degli impiccati’: da qui il nome della Brasserie La Corne du Boisdes Pendus.

Sono numerosi, e con tante novità di prodotto, che spesso rinviano appunto alla tradizione e alla storia, i marchi esteri presenti alla terza edizione di Beer Attraction, da sabato 18 a martedì 21 a IEG – Fiera di Rimini.

Dall’antico birrificio bavarese Brauerei Kuhbach arriva una birra speciale, la Festbier creata per celebrare l’anniversario dei 500 anni del sopracitato editto. La belga Brasserie d’Elby sarà presente con Le Corne du Bois des Pendus Blonde (medaglia d’argento del pubblico al Mondial de la Bière di Strasburgo 2010), La Corne Triple (medaglia d’argento al Mondial de la Bière di Strasburgo nel 2011) e l’ultima nata, la Corne Black. Le birre belghe Val Dieu, dall’omonima brasserie nata sul sito dell’Abbazia cistercense Notre-Dame de Val-Dieu, fondata nel 1216, saranno presenti nella gamma Blonde, Brune e Triple. Per la prima volta a Beer Attraction anche le birre belghe Green’s, l’unica azienda birraria al mondo specializzata esclusivamente nella produzione di birre senza glutine. Dal Belgio anche i marchi Haacht, Brasserie L. Huyghem, John Martin. Tra i marchi tedeschi, Radeberger, Bitburger, il terzo birrificio più grande della Germania, con la birra speciale Craftwerk Brewing, König con ThZwickl, omaggio al fondatore Theodor König, Brauerei C & A Veltins. E ancora: Norden, della Ceres e la polacca REcraftBrewerie.

Nel settore BBTECH EXPO, riservato agli impianti e alle materie prime, spiccano l’impiantistica per la produzione della birra di Pacovské Strojírny As (Paesi Bassi), Fermentis, divisione del colosso globale Lesaffres (produttore di lieviti) e i tedeschi Mich Weyermann, produttori di malto. Anche il settore food ha la sua rappresentanza estera con Lantmannen (leader mondiale nella produzione di pane e pasticceria surgelata).

L’impronta internazionale sarà data a Beer Attraction anche dalla presenza di buyer esteri: oltre 30 quelli registrati, provenienti da 14 Paesi, principalmente Est e Nord Europa. Si tratta soprattutto di importatori di birre, attrezzature e food, settore nel quale si è ampliata l’edizione 2017 di Beer Attraction, con l’area Food Attraction. Oltre 600 gli incontri b2b che si terranno nella Buyer Lounge nel Padiglione A5.

COMMENTI

Ricerca birra o birrificio

Cerca

Birrificio Fabbiano, nuovo produttore catalogato su Le Strade della...

23 Maggio 2017

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Stefano Serci - P.IVA 03436280923 - Tutti i diritti riservati.